Innovazione dei punti vendita

L’innovazione dei punti vendita del Gruppo si focalizza su tre principali aspetti: l’efficienza energetica dell’edificio; il miglioramento delle tecnologie impiantistiche che prevedono l’utilizzo di fonti di energia rinnovabile quali la geotermiaLa geotermia e' la scienza che studia il calore terrestre. Il calore terrestre nasce nella crosta e nel mantello a causa del decadimento radioattivo di alcuni elementi che li compongono, e successivamente viene trasferito verso la superficie terrestre mediante convezione del magma o di acque profonde. Da qui nascono la maggior parte dei fenomeni come le eruzioni vulcaniche, le sorgenti termali, i geyser, o le fumarole. Questo calore naturale proveniente dal sottosuolo puo' essere sfruttato per generare energia geotermica. e il fotovoltaico; l’attenzione all’accessibilità e alla fruibilità da parte dei consumatori.

Sulla base dei due driver messi in evidenza anche nel grafico sottostante, vengono di seguito presentati i progetti più significativi realizzati dal Gruppo Autogrill dando un’anticipazione anche dei progetti futuri.

Focus

In Italia, diversi progetti hanno preso luce nel corso del 2008, nell’ambito del progetto Afuture.
Il primo punto vendita realizzato grazie all’utilizzo combinato di questi criteri di eco sostenibilità è stato aperto il 16 gennaio 2009 a Mensa di Ravenna.

Senza_titolo-2.jpgL’edificio di Mensa di Ravenna, sulla E45, è stato certificato in classe energetica A e utilizza la geotermia come fonte per la climatizzazione locale. Grazie al sistema geotermico, il caldo e il freddo necessari al locale nei diversi periodi dell’anno verranno in parte prodotti attraverso lo scambio termico ottenuto dalle sonde inserite nel sottosuolo e da un sistema di distribuzione a induzione che consente una migliore distribuzione delle temperature, con conseguente miglioramento del comfort per i consumatori ed i collaboratori. È stato stimato che l’impatto generale dell’edificio comporterà la riduzione del 40% dei consumi degli impianti meccanici e un conseguente abbattimento delle emissioni di CO2 in atmosfera. L’uso di soluzioni illuminotecniche a Led contribuisce alla riduzione dei consumi. L’edificio è un autentico laboratorio di sperimentazione, da aggiornare e integrare continuamente con nuove idee e strutture innovative.

Inserito in un’area di servizio di circa 20.000 m2, il nuovo Autogrill (400 m2) si presenta come una collinetta erbosa ben integrata nel paesaggio. Anche la progettazione degli interni segue i dettami della sostenibilità. Così il banco bar realizzato in materiali eco-compatibili e riciclabili (legno massello, acciaio inox e acrilico) è stato sviluppato grazie al Concorso internazionale di idee “Progettare e realizzare per tutti” per essere accessibile anche a bambini, anziani e persone con problemi motori.

Attraverso il Concorso indetto in collaborazione con l’Associazione Onlus “Spirito di Stella” di Andrea Stella, sono stati coinvolti studenti e professionisti della progettazione e del design per proporre nuovi spunti su come alcune aree all’interno dei punti vendita Autogrill (bancone, cassa e servizi igienici) possano essere realizzati tenendo conto delle esigenze di fruibilità delle persone disabili. La filosofia del Concorso era quella di ideare aree di sosta che aumentino il comfort e la funzionalità a beneficio di tutte le persone: le soluzioni sviluppate mirano a garantire sia la piena funzionalità degli elementi di arredo, per quanti hanno difficoltà motorie o sensoriali, sia l’abbattimento di barriere psicologiche nel rapporto tra persona disabile e persona normodotata grazie ad elementi innovativi di design. Ad aggiudicarsi i primi premi delle classifiche generali sono state due studentesse e un professionista. Per la zona bancone si è aggiudicata il primo premio Simona Montesi di Fano, iscritta alla Facoltà di Architettura di Firenze. Per la zona dei servizi igienici, il miglior progetto è stato realizzato da Ilaria Piccoli, studentessa di Arnesano (LE) iscritta al Politecnico di Milano. Vincitore per il miglior progetto della zona casse è stato l’architetto Andreas Sicklinger di Imola.

Indicatori.jpg

In linea con gli obiettivi fissati dal Progetto Afuture in tema di maggior risparmio di fonti energetiche e maggior ricorso a fonti rinnovabili, è stata inaugurata la nuova struttura del punto vendita di Viverone Sud (sul raccordo Ivrea-Santhià sulla A5). Uno degli elementi caratteristici del nuovo store è la geotermia, considerata come uno dei migliori sistemi per il risparmio energetico nel lungo periodo e per la riduzione dell’impatto sull’ambiente.

A seguito dell’inserimento della geotermia come fonte di alimentazione, inizio 2008, è stata fatta un’analisi sui consumi di energia elettrica ricompresi tra il mese di settembre 2007 e lo stesso mese del 2008, che ha evidenziato un risparmio pari al 29% circa dei consumi elettrici. Per effetto dell’ampliamento a quattro corsie dell’autostrada A4 da Milano a Bergamo, la società Autogrill S.p.A. ha dovuto apportare alcune modifiche strutturali all’impalcato dei due piedi sui quali appoggia il “ponte” dell’Autogrill Brembo. Un’occasione che ha permesso di individuare e realizzare una soluzione impiantistica per la ristrutturazione del sistema di climatizzazione dell’intero complesso, per raggiungere elevati livelli di efficienza energetica e limitare l’impatto sull’ambiente naturale.

Consumi energetici del punto vendita di Viverone (Rete Italia) - kWh

Consumi_energetici_del_punto_vendita_di_Viverone.jpg

A tale scopo è stato realizzato un impianto di trigenerazioneProduce energia elettrica e consente di utilizzare energia termica recuperata dalla trasformazione anche per produrre energia frigorifera, ovvero acqua refrigerata per il condizionamento o per i processi industriali. La trasformazione dell'energia termica in energia frigorifera e' resa possibile dall'impiego di macchine ad assorbimento con cicli a bromuro di litio. con condensazione ad acqua, ovvero di uso combinato di cogenerazioneÈ la generazione contemporanea di energia elettrica e calore. e' nata per aumentare l'efficienza nella produzione di energia elettrica, riducendo gli sprechi sotto forma di calore. Il principio su cui si basa la cogenerazione e' quello di recuperare il calore generato durante la produzione di energia elettrica, altrimenti disperso nell'ambiente, e riutilizzarlo per produrre energia termica, ad uso riscaldamento e produzione di acqua sanitaria. In alcuni casi la microcogenerazione e' utilizzata in configurazione ad isola, per garantire la continuita' della corrente elettrica in caso di black-out. e utilizzo del calore per la produzione del freddo industriale. È stato quindi utilizzato un pozzo esistente in grado di fornire per tutto l’anno una portata d’acqua di circa 19 litri al secondo a una temperatura pressoché costante a 15° C. I componenti principali dell’impianto sono costituiti da una microturbina Capstone da 65 kW elettrici - permettendo un risparmio termico di 105 kW - un gruppo frigorifero ad assorbimento da 65 kW e due gruppi frigoriferi acqua a pompa di calore per il riscaldamento invernale e l’integrazione del raffrescamento. Dalle analisi realizzate, l’impianto, oltre ad offrire i vantaggi di affidabilità elettrica, consente di raggiungere una realizzazione tecnologicamente avanzata ed è in grado di ottenere un beneficio economico annuale notevole, ripagando l’investimento sostenuto nell’arco di circa nove anni.

All’interno dell’area di servizio Casilina Est, lungo la tratta Roma-Napoli dell’autostrada A1, è stata realizzata una stazione di servizio di nuova filosofia, l’Archeo Mall, unendo la valorizzazione archeologica ad aspetti di sensibilità ambientale (basse emissioni ed efficienza energetica). Il progetto, definito da Autostrade per l’Italia e Soprintendenza per i beni archeologici del Lazio, si inserisce nell’ambito dell’intervento di ristrutturazione e ampliamento dell’area di servizio e ha coinvolto oltre ad Autogrill numerosi attori. La compartecipazione di diversi soggetti ha reso possibile portare alla luce una necropoli con importanti reperti, tra i quali un rarissimo letto funerario dell’età ellenistica. Al suo interno trova spazio un allestimento museale attrezzato con supporti multimediali in più lingue e una sezione espositiva che ricostruisce la storia del sito. Al mezzanino, un giardino pensile e una serie di pareti vetrate permettono a chi si trova all’interno del locale di avere una panoramica sul sito archeologico. La leggerezza dell’impatto sul luogo è stata ricercata disegnando un manufatto architettonico estremamente semplice e delineato nelle geometrie, che si contraddistingue per un involucro caratterizzato dall’accostamento di pannelli traslucidi e trasparenti. In tema di risparmio energetico, l’edificio è dotato di un impianto geotermico aperto alimentato con acqua di pozzo, che consente una riduzione delle potenze elettriche assorbite dai gruppi frigoriferi e quindi una riduzione della CO2 in atmosfera. Le cappe delle cucine sono dotate di scambiatori per il recupero del calore, utilizzato per il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria. L’edificio è inoltre dotato di un’isola ecologica per la compattazione e la raccolta differenziata dei rifiuti.

Progetti per il futuro

L’impegno di Autogrill Italia nel trovare soluzioni in grado di mitigare l’impatto ambientale delle proprie opere di ristrutturazione o rifacimento delle aree di sosta, continuerà anche nel progetto del Delaware Service Plaza.

Nel settembre 2008 il Gruppo Autogrill, attraverso la controllata americana HMSHost, si è aggiudicato il rinnovo della concessione per i servizi di ristorazione e retail della Delaware Service Plaza, l’unica area di sosta della Interstate 95 sulla Delaware Turnpike, l’autostrada con il più elevato traffico di veicoli in Nord America. HMSHost ha deciso di realizzare il nuovo “Delaware Welcome Center” in base ai termini dell’accordo con il Dipartimento dei Trasporti del Delaware e in linea con i principi di sostenibilità del Gruppo, secondo gli standard previsti dalla certificazione internazionale LEED(Leadership in Energy and Environmental Design) È un sistema di autovalutazione della qualita' energetico ambientale per lo sviluppo di edifici "verdi" ad alte prestazioni che funzionano in maniera sostenibile e autosufficiente a livello energetico. (Leadership in Energy and Environmental Design) sulla qualità energetico-ambientale degli edifici “verdi”, utilizzando anche impianti di conservazione dell’acqua e dell’energia e materiali di costruzione locali e riciclati. Il “Delaware Welcome Center”, che si svilupperà su una superficie complessiva di circa 4.000 m2 e a regime impiegherà 175 addetti, si prevede aprirà al pubblico a giugno 2010.

A livello europeo, si segnala la volontà di Autogrill Francia nell’inserire standard di efficienza (energetica e idrica) negli impianti e attrezzature dei nuovi punti vendita sostenibili, attualmente in fase di studio. Anche in Autogrill Spagna diversi saranno i progetti di rinnovamento, sviluppati secondo logiche di sostenibilità e quindi diretti a favorire il risparmio idrico ed energetico sulla rete di vendita. Sarà inoltre lanciata una campagna di comunicazione per la razionalizzazione dell’utilizzo della carta (tovaglioli, tovagliette, bicchieri, etc) sia per i consumatori sia per gli operatori dei punti vendita.