Gestione e valorizzazione delle persone

I collaboratori costituiscono la risorsa principale del Gruppo. Il rispetto delle persone, l'equità di trattamento, lo sviluppo delle capacità individuali, il lavoro di squadra, la formazione continua e la comunicazione aperta rappresentano per la Società valori fondamentali. La continua espansione geografica del Gruppo comporta un ampliamento delle proprie responsabilità e quindi un confronto sempre più ampio e approfondito con le culture, le normative e le tradizioni dei diversi Paesi in cui opera e dei collaboratori con i quali interagisce.

Nei Paesi dove il Gruppo è presente, lavorano ogni giorno oltre 70.000 persone, l'82% delle quali opera nel settore Food & Beverage, il 18% nei settori Travel Retail e In-Flight (l'aumento dei collaboratori occupati nel settore Travel Retail e In-Flight è da porre in relazione con le acquisizioni di World Duty Free e del restante 50% di Aldeasa). A livello di aree geografiche, la maggioranza dei collaboratori opera in Nord America e nell'Area del Pacifico (49%), seguita dall'Europa (33%).

Organico complessivo dei settori di business

2008 2007
Food & Beverage 57.740 58.375
Travel Retail e In-Flight 12.664 8.445
Totale 70.404 66.820

Il presidio operativo delle attività dei punti vendita di ristorazione e retail, cioè il principale interlocutore del consumatore finale, occupa il 97% dei collaboratori. Il rimanente 3% opera presso gli headquarter e supporta la rete di vendita per tutti gli aspetti tecnici, organizzativi, amministrativi e commerciali.
Autogrill ritiene importante adeguare la sua presenza al variare dei luoghi, delle tradizioni e delle culture ed anche per questo motivo cerca di avvalersi di personale proveniente dalle aree limitrofe al luogo in cui si svolge l'attività, valorizzando in tal modo il contesto territoriale.

Organico complessivo dei settori per area geografica

 

Food & Beverage 2008 2007
Nord America e Area del Pacifico 34.539 35.794
Europa 23.201 22.581
57.740 58.375
Travel Retail e In-Flight 12.664 8.445
Totale 70.404 66.820

trans.gifDiversity

Gli elementi differenzianti (sesso, etnia, religione, cultura, stato sociale, condizione fisica, etc.) che in molte realtà diventano fattori di separazione, costituiscono per Autogrill, aziendabdi persone per servizi alle persone, elementi da valorizzare e fattore competitivo. Proprio l’eterogeneità dei dipendenti consente di ridurre la distanza con il consumatore attraverso lo sviluppo di prodotti e servizi che valorizzano in un contesto globale i localismi e le culture. Autogrill interpreta la gestione della diversità attraverso la creazione di un ambiente inclusivo, in grado di favorire l’espressione del potenziale individuale, valorizzando le differenze. Fanno
parte di questo tipo di politiche il riequilibrio nelle posizioni di management della presenza femminile, l’adozione di forme di lavoro flessibile che favoriscano la conciliazione tra lavoro e vita privata, il finanziamento di borse di studio per persone con alti potenziali di sviluppo, le iniziative per l’assunzione di soggetti disabili e, più in generale, tutte le iniziative volte a favorire il dialogo interculturale ma anche l’accessibilità alle proprie strutture di servizio e un trattamento equo ed indipendente da elementi di diversità sia dei dipendenti sia dei consumatori.

Il tema della diversità e delle pari opportunità è particolarmente sentito all’interno del Gruppo. Ne forniscono una chiara testimonianza il Codice EticoÈ l'insieme di principi etici, valori fondamentali e regole generali di condotta (diritti e doveri), attraverso i quali l'impresa definisce le proprie responsabilita' etiche e sociali verso gli stakeholder, e si impegna pubblicamente a rispettarli. di Autogrill S.p.A., esteso alle consociate europee, quello della divisione americana HMSHost, così come le politiche adottate da singole realtà del Gruppo.

La coerenza di Autogrill nel sostenere le azioni a favore del superamento di qualsiasi distinzione di trattamento basata sulle differenze di genere, età, etnia, razza, disabilità, religione, orientamenti sessuali, etc. si manifesta innanzitutto nel controllo del rispetto delle legislazioni internazionali in materia e si concretizza anche nell’applicazione di politiche quali l’Equal Employment Opportunity Policy, definita da HMSHost e da Alpha in armonia con le legislazioni nazionali.

Donne

Il ruolo delle donne nel Gruppo è fondamentale: esse costituiscono, infatti, il 63% dell’organico complessivo.

Presenza di donne

Food & Beverage Travel retail & In-Flight Gruppo
2008 2007 2008 2007 2008 2007
Donne 36.475 37.259 8.121 4.138 44.596 41 .397
Uomini 21 .265 21 .116 4.543 4.307 25.808 25.423
Totale 57.740 58.375 12.664 8.445 70.404 66.820

 

DonneUomini.JPGAutogrill si è posta come obiettivo la realizzazione di un riequilibrio della presenza femminile ai vertici dell’impresa: il 26% del top management è di sesso femminile. La riorganizzazione degli orari e l’avvio di forme di flessibilità facilitano inoltre per le donne, ma anche per gli uomini, la conciliazione tra gli impegni lavorativi e la vita familiare. Al riguardo in Autogrill sono interessati al tempo parziale, nel settore Food & Beverage, il 26% delle donne e il 11% degli uomini mentre nei settori Travel Retail e In-Flight il 25% delle donne e il 5% degli uomini.

In questo contesto, Autogrill Italia ha innanzitutto individuato e mappato le attese dei diversi segmenti della popolazione femminile interna all’azienda. Nel corso del 2008 ha avviato la collaborazione con il Laboratorio Armonia della SDA Bocconi, centro di ricerca che si occupa di Diversity ManagementIl DM serve a progettare e implementare strumenti e pratiche organizzative di gestione delle risorse umane, affincheÅL i potenziali vantaggi della diversita' (genere, eta', orientamento sessuale, etnia/nazionalita'), vengano massimizzati e i potenziali svantaggi minimizzati. Il DM nasce negli Stati Uniti e si diffonde soprattutto in Paesi anglosassoni e Nord-europei. con l’intento di costruire un know-how di gestione delle diversità nel mondo aziendale e di comparare prassi operative orientate al tema. Il Laboratorio si fonda sulla partnershipIl termine indica un rapporto di stretta collaborazione in cui due o piu' organizzazioni si trovano a condividere determinati scopi e mettono reciprocamente a disposizione le proprie risorse operative per il raggiungimento degli obiettivi comuni. e sulla collaborazione tra un network di aziende private, pubbliche e istituti di credito che intendono sviluppare politiche di Diversity Management.

Il Laboratorio Armonia ha fornito ad Autogrill molti spunti per approfondire al proprio interno le tematiche della diversità. In primis, la formazione sulle donne, con corsi focalizzati su un percorso di sviluppo personale volto a offrire strumenti concreti di miglioramento e di valorizzazione delle competenze. Tali corsi di formazione hanno trattato tematiche quali: l’autostima, la gestione dei collaboratori, la comunicazione assertiva, la capacità di negoziazione e la leadership al femminile.

 

Livelli organizzativi del Gruppo 2008

Food & Beverage Travel Retail e In-Flight* Gruppo
Nord America e Area del Pacifico Europa
Donne Uomini Donne Uomini Donne Uomini Donne Uomini
Sedi 440 460 479 458 174 109 1.093 1.027
Top Manager 48 96 21 99 3 11 72 206
Senior Manager 72 40 37 60 33 38 142 138
Manager 119 67 59 91 58 35 236 193
Impiegati 201 257 362 208 80 25 643 490
Rete di vendita 20.683 12.956 14.873 7.391 2.167 888 37.723 21.235
Area Manager 52 124 17 54 4 4 73 182
Direttori di punti vendita 729 854 158 445 - - 887 1.299
Manager 13 19 240 331 35 32 288 382
Responsabili di Servizio 526 314 1.487 971 108 46 2.121 1 .331
Collaboratori pluriservizio 19.363 11 .645 12.971 5.590 2.020 806 34.354 18.041
Sub totale 21.123 13.416 15.352 7.849 2.341 997 38.816 22.262
Totale 34.539 23.201 3.338 61.078

In risposta alla mappatura delle esigenze riscontrate, inoltre, Autogrill Italia ha messo a disposizione della forza lavoro femminile molteplici strumenti tra i quali l’asilo nido, l’orario flessibile, un parcheggio dedicato con presidio di sicurezza in prossimità degli uffici, percorsi di crescita a sostegno dello sviluppo professionale e di carriera. L’utilizzo di questi strumenti ha prodotto risultati positivi, aumentando il numero di donne che hanno accettato maggiori responsabilità, anche autocandidandosi, all’interno della scala gerarchica aziendale, riuscendo comunque a conciliare al meglio il rapporto lavoro-vita familiare.

La forte componente femminile nella rete di tutti i Paesi si spiega in parte anche con l’aver adottato diffusamente il contratto part-time per agevolare le mamme che desiderano seguire più da vicino la crescita dei propri figli o comunque gli impegni familiari. In Italia, ad esempio, le lavoratrici madri possono usufruire di questa forma contrattuale fino al 36° mese di vita del bambino. Negli Stati Uniti, seppure non sia stato formalizzato un programma specifico per agevolare gli impegni e le responsabilità dei genitori, la Società ha permesso diverse forme di lavoro flessibile, come ad esempio il lavoro da casa.

Età

Il 51% dei collaboratori appartiene alle fasce d’età comprese tra i 21 e i 40 anni. La realtà americana è caratterizzata da una distribuzione più omogenea della forza lavoro, anche se leggermente orientata verso la fascia 21-30 (27%), mentre nell’area europea la percentuale maggiore è compresa tra i 21 e i 40 anni (61%).

Suddivisione per età - Food & Beverage

Nord America
e Canada
Europa Italia
Donne Uomini Donne Uomini Donne Uomini
16-20 anni 3.796 2.773 802 678 213 232
21-30 anni 5.762 3.391 4.618 2.378 2.406 1 .123
31-40 anni 3.635 2.279 5.078 1 .992 3.192 937
41-50 anni 3.874 2.252 3.396 1.842 1.596 1.037
Oltre 50 anni 3.852 2.314 1 .458 959 526 465
Subtotale 20.649 13.009 15.352 7.849 7.933 3.794
Totale 33.658 23.201 11.727

Autogrill, nel rapporto con i suoi collaboratori, indipendentemente dal tipo di lavoro svolto, si ispira ai più elevati standard internazionali (International Labour Organization, Global Compact) applicando in ogni circostanza i principi sanciti dal Codice Etico del Gruppo e la legislazione vigente in ogni area geografica dove il Gruppo opera. Autogrill non fa ricorso né al lavoro minorile né al lavoro forzato. Autogrill adempie alle principali legislazioni internazionali, come per esempio la Convenzione dell’Onu sui diritti dell’infanzia (UNCRC) o The Human Rights Act del 1998. Nella realtà europea, come in quella americana, ma anche in quella asiatica e australiana, non vengono assunte persone con età inferiore ai 16 anni e, comunque, fino alla maggiore età viene richiesto il permesso scritto dei genitori e viene circoscritto l’ambito lavorativo.

Etnia

Autogrill crede che il multiculturalismo e il pluralismo linguistico dei propri collaboratori costituiscano una ricchezza e un fattore di crescita e innovazione determinante e si impegna costantemente per migliorare l’attività di accoglienza dei neo assunti stranieri. Ne costituisce un esempio la traduzione del Codice Etico - dove sono espressi i principi e le modalità di comportamento definiti dalla casa madre e dalla realtà americana - nelle lingue maggiormente parlate nelle regioni in cui il Gruppo è attivo (inglese, francese, spagnolo, tedesco).

Per la realtà americana e quella canadese vi è a disposizione l’Ethics Hotline aperta 24 ore su 24. Qui vengono accolte, anche in forma anonima, le segnalazioni di problemi o le violazioni alle policy.

Provenienza geografica - Food & Beverage - Italia 2008

Donne Uomini
Europei 7.686 3.680
Africani 52 37
Indiani 9 39
Ispanici 105 32
Asiatici 81 6
Subtotale 7.933 3.794
Totale 11.727

Origine etnica 2008 (Food & Beverage - Nord America)

Origine etnica 2008

Autogrill Italia ha ottenuto traguardi rilevanti nella promozione di una cultura organizzativa rispettosa delle differenze e in grado di garantire pari opportunità. Dopo aver realizzato l’analisi e la mappatura dei dipendenti stranieri attraverso un questionario, Autogrill ha coinvolto una trentina di operatori stranieri attivi nei locali delle città, in un primo corso pilota che si è tenuto a Milano. Un’occasione per presentare l’azienda, discutere assieme dei questionari conoscitivi, illustrare le regole generali del Gruppo e spiegare il punto di vista di Autogrill riguardo l’integrazione culturale. è stato in tal modo anche possibile raccogliere stati d’animo, esperienze e bisogni che hanno arricchito la Guida per i neo assunti stranieri: una pubblicazione, ora anche in inglese e spagnolo, con cui si vuole comunicare l’attenzione di Autogrill per il valore delle persone e della diversità culturale.

Il questionario, il corso e la guida oltre a dare il benvenuto ai nuovi entrati ed accrescere i legami con i colleghi, hanno rappresentato anche una fonte di informazioni sulle attitudini, capacità e aspirazioni dei collaboratori stranieri. In questo modo si sono messe in luce le persone con caratteristiche di estremo interesse per l’azienda, a cui è stata data la possibilità di un percorso di carriera o all’interno del Punto di Vendita o nella sede centrale.

La volontà di fare dell’accoglienza un elemento fondamentale per favorire l’integrazione dei collaboratori stranieri, puntando sull’importanza del lavoro di gruppo e sulla valorizzazione delle culture d’origine, si è tradotta anche nella consegna a tutti i direttori e ai manager dei punti vendita di un vademecum ad hoc che fornisce indicazioni sulle diverse fasi per rendere davvero efficace l’accoglienza dei neoassunti stranieri. In particolare, al neoassunto viene presentata l’offerta contrattuale del Gruppo, consegnata la guida per i neoassunti e illustrate le regole comportamentali più significative da adottare durante i turni di lavoro, nonché le possibilità di crescita professionale.

Sempre a livello italiano, Autogrill collabora con Fondazione Sodalitas (l’ente per l’imprenditoria nel sociale promosso da Assolombarda) al Laboratorio Multiculturalità. Da questo progetto è emersa una partnership tra Autogrill e IBM Italia, riconosciuta come un’azienda che attua best practice nella gestione della diversità, e scaturirà nel 2009 un toolkit (sia in lingua italiana che in lingua inglese) su come gestire al meglio questi temi all’interno delle organizzazioni.

Disabilità

Autogrill è impegnata nel garantire alle persone diversamente abili la possibilità di offrire il loro contributo nel mondo del lavoro.

La divisione americana del Gruppo, coerentemente con quanto predisposto dall’American Disabilities Act del 1990 e secondo i regolamenti redatti dalla Equal Employment Opportunity Commission, ha definito una linea guida relativa all’assunzione, formazione, accoglienza, promozione di individui affetti da varie forme di disabilità.

A livello italiano, nel contratto integrativo aziendale Autogrill si è posta l’obiettivo di agevolare l’inserimento e l’integrazione lavorativa delle persone disabili, anche attraverso la definizione e l’applicazione di un’apposita procedura aziendale. In accordo con le organizzazioni sindacali e secondo le normative vigenti, che richiedono alle aziende l’assunzione di una quota specifica di persone con disabilità, Autogrill ha stretto collaborazioni con diverse cooperative sociali nella convinzione che l’attività lavorativa possa contribuire alla loro realizzazione personale. S’inserisce in quest’ambito la convenzione, rinnovata per il terzo anno, con la cooperativa sociale Il Melograno. Complessivamente nel 2008 sono occupate 364 persone disabili e appartenenti alle categorie protette.

Anche in Francia e in Spagna, la legislazione permette di adempiere al requisito di legge utilizzando forme indirette di assunzione di personale disabile, ossia ricorrendo ai servizi offerti da organizzazioni che impiegano persone disabili, come ad esempio AFANIAS - Associaciòn Pro Personas Con Discapacidad Intelectual - i cui collaboratori svolgono servizi di pulizia degli store, degli uffici e dei magazzini presenti a Madrid.

È opportuno ricordare che, in tema di disabilità, le realtà legislative e culturali dei Paesi in cui Autogrill è presente sono differenti. In Grecia la legge 2643/1998 impone alle società che l’8% dei loro dipendenti provengano anche da categorie “speciali”, come ad esempio famiglie con numerosi bambini. In Francia viene richiesto l’impiego del 6% della forza lavoro disabile. In Spagna del 2%. In alcuni Land della Germania, dove Autogrill è presente, del 5%.

Per sensibilizzare sul tema della disabilità, Autogrill ha promosso il Concorso internazionale di idee “Progettare e realizzare per tutti” in collaborazione con l’Associazione Onlus Spirito di Stella di Andrea Stella. Il concorso ha coinvolto studenti e professionisti della progettazione e del design nel proporre nuovi spunti su come alcune aree all’interno dei punti vendita Autogrill (bancone, cassa e servizi igienici) possano essere realizzati non solo tenendo conto delle esigenze di fruibilità delle persone disabili, ma ispirandosi alla stessa filosofia progettuale che Andrea Stella ha applicato al primo catamarano al mondo costruito senza barriere architettoniche. L’intero concorso, a partire dalla partnership, oltre a rientrare nell’ambito del progetto Afuture, fa emergere da parte di Autogrill la volontà di apertura nei confronti dell’esterno e il desiderio di coinvolgere tutti gli interlocutori per farsi contaminare e quindi favorire l’innovazione e la reputazione sul mercato.

Organizzazione del lavoro


Tipologia contrattualeFlessibilità

Il business del Gruppo Autogrill si caratterizza per il fattore stagionalità, ovvero per la presenza di picchi di attività coincidenti con le festività e i periodi di vacanza, che variano nei diversi emisferi del globo. Serve dunque un approccio al business dotato di flessibilità, a partire da quella offerta ai collaboratori.

Per garantire un livello di gestione soddisfacente e l’organizzazione efficiente del lavoro, soprattutto in tali periodi, Autogrill si impegna a ottimizzare le disponibilità di tempo dei collaboratori. Attraverso la contrattazione collettiva realizzata nei singoli Paesi, la Società ricorre alla tipologia contrattuale del part-time e all’articolazione del lavoro in turni settimanali, per conciliare al meglio gli impegni lavorativi e le responsabilità familiari dei lavoratori.

Autogrill, quindi, può offrire opportunità di lavoro anche alle persone che svolgono altre attività o alle persone libere per parte della giornata (come ad esempio mamme o studenti): il 36% dei collaboratori viene assunto con tale contratto, in prevalenza nell’area europea e, a seguire, nei continenti americano e asiatico.

Tipologia contrattuale

Food & Beverage Travel Retail e In-Flight
Nord America e Area del Pacifico Europa
2008 Donne Uomini Donne Uomini Donne Uomini
Full-time 14.802 9.633 6.578 5.377 5.016 3.844
Part-time 6.321 3.783 8.774 2.472 3.105 699
Sub totale 21.123 13.416 15.352 7.849 8.121 4.543
Totale 34.539 23.201
12.664
2007 Donne Uomini Donne Uomini Donne Uomini
Full-time 16.122 9.939 6.187 5.149 3.053 4.085
Part-time 6.063 3.670 8.887 2.358 1 .085 222
Sub totale 22.185 13.609 15.074 7.507 4.138 4.307
Totale 35.794 22.581 8.445

Sempre al riguardo, Autogrill Italia rispetta le indicazioni contenute sia nel Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per i dipendenti delle aziende del Settore Turismo, sia nel Codice del Rapporto di Lavoro in merito a “cambi di gestione” o “trasferimenti di azienda”. La contrattazione nazionale prevede che la gestione uscente dia tempestivamente una formale comunicazione della cessazione delle attività alle Organizzazioni Sindacali. Il Codice del Rapporto di Lavoro indica chiaramente che, in caso di trasferimenti di azienda, è necessaria una specifica comunicazione scritta alle rappresentanze sindacali almeno venticinque giorni prima, contenente i motivi del trasferimento d’azienda, le conseguenze giuridiche, economiche e sociali per i lavoratori.

Nel caso in cui dovessero accadere significativi cambiamenti nell’organizzazione delle singole società del Gruppo tali da comportare tra l’altro lo spostamento dei dipendenti, questi verrebbero informati con un periodo di preavviso di circa quattro settimane.

Work-life balanceL'equilibrio tra le energie dedicate al lavoro e le energie dedicate alla vita privata. Tale equilibrio viene ormai riconosciuto come obiettivo strategico per le aziende sia in termini di sviluppo e performance delle proprie risorse sia in termini di fidelizzazione del dipendente. Il Work Life Balance cerca di studiare, evidenziare e proporre nelle organizzazioni soluzioni e strumenti per favorire il benessere degli individui che lavorano al loro interno, riducendo il malessere derivante dall'impossibilita' di conciliare il tempo speso per la propria attivita' lavorativa e quello investito per se stessi.

La work-life balance si sta imponendo come una delle strade per testimoniare l’attenzione che le organizzazioni rivolgono alle singole persone.

Anche Autogrill Italia intende dimostrare una forte attenzione ai bisogni dei propri collaboratori, cercando di accrescerne motivazione individuale, spirito di squadra e senso di appartenenza all’azienda, promuovendo azioni di conciliazione lavoro-famiglia quali: l’orario di lavoro flessibile, convenzioni con palestre o l’autonoleggio a tariffe agevolate. L’obiettivo è quello di migliorare la qualità della vita dei collaboratori negli ambiti della famiglia, della salute e del tempo libero.

Nell’ambito delle politiche rivolte alla famiglia è stato avviato il progetto People Care, prededuto da una fase di valutazione e analisi delle esigenze e dei bisogni sia delle persone della rete che di sede. Per i dipendenti della Sede di Rozzano è stata inoltre stipulata una convenzione che ha reso disponibile per i figli dei collaboratori quattro asili nido privati localizzati in prossimità dello stabile e lungo le principali direttrici di accesso. Autogrill provvede alla copertura di circa il 50% della retta mensile pagata dal dipendente.

Anche Autogrill Spagna ha predisposto per i figli dei dipendenti delle due sedi di Madrid e Burriana delle convenzioni con alcuni asili nido limitrofi. Per quanto riguarda l’ambito della salute, Autogrill Italia ha previsto per i propri collaboratori la possibilità di ricevere prestazioni gratuite di medicina preventiva presso ambulatori distribuiti sull’intero territorio nazionale.

La linea di intervento prioritaria per il 2008 ha riguardato la prevenzione rispetto alle
patologie tumorali. Il dipendente ha potuto dunque usufruire gratuitamente, fino a dicembre
2008, delle seguenti prestazioni:

  • per le donne:
  • Orientamento oncologico (anamnesi riferita al rischio oncologico) con visita senologica (consigliata dai 25 anni), della cute-nei e della cavità orale
  • Visita ginecologica e Pap test
  • per gli uomini:
  • Orientamento oncologico (anamnesi riferita al rischio oncologico) con visita della cute nei e della cavità orale
  • Esplorazione rettale

Infine l’ambito tempo libero, che ricomprende le convenzioni d’acquisto relative a:

  • Mobilità: sostituzione cristalli, noleggio auto, noleggio camper
  • Corsi di lingue, vacanze studio, cinema
  • Salute e benessere: club ginnici e palestre
  • Acquisti: abbonamenti quotidiani & periodici, elettrodomestici, computer e ottica

Relazioni con i sindacati

Autogrill ha instaurato un proficuo dialogo con le organizzazioni sindacali di ciascun Paese in cui è presente per favorire l’individuazione di soluzioni in grado di bilanciare i bisogni delle persone con quelli dell’organizzazione.

Il Gruppo aderisce alla contrattazione nazionale laddove esistente. Qualora gli accordi collettivi stipulati non coprano l’intera popolazione viene fatto ricorso a regolamentazioni locali. Ad esempio, in Canada, dove esistono “Provincial employment standards act” definiti dal Governo Canadese, oppure ancora nei Paesi asiatici, dove non sempre esistono leggi o sindacati che garantiscono il rispetto dei diritti dei lavoratori, il management locale cerca di colmare le eventuali lacune gestendo i propri collaboratori sulla base delle politiche e delle linee guida emanate dalla casa madre.

Le rappresentanze sindacali interne, laddove presenti, e il management dell’Azienda operativo nei singoli Paesi dialogano con il personale dei punti vendita per confrontarsi e garantire loro le migliori condizioni economiche (ad es. integrazioni nel salario e aggiornamenti dei premi produzione), di salute e di sicurezza, nonché per garantire un equo trattamento ai lavoratori in caso di rilevanti cambiamenti organizzativi.

La percentuale di dipendenti iscritti ai sindacati nella realtà americana è pari al 38% mentre in Italia è pari al 29,4%.

Tassi di sindacalizzazione - Food & beverage

Nord America Italia
2008 38% 29,40%
2007 35% 34,52%

A livello europeo, tramite un protocollo d’intesa con le organizzazioni sindacali, è attivo il
Comitato Aziendale Europeo (CAE) dei lavoratori del Gruppo Autogrill, che si riunisce una
volta l’anno e rappresenta un valido strumento d’informazione e consultazione tra l’azienda e
i rappresentanti dei lavoratori sull’andamento e sulle prospettive della Società.

Durante l’ultimo incontro del 2008 - a cui hanno partecipato, assieme ai rappresentanti sindacali europei, il Direttore Risorse Umane Italia ed Europa e il Direttore Internal Audit & Corporate Social Responsibility - è stata presentata la sintesi delle attività svolte in tema di risorse umane e di sostenibilità. In particolare, è stato comunicato il percorso intrapreso per l’ottenimento della certificazione SA8000, sottolineando la condivisione avvenuta con le rappresentanze sindacali italiane durante tutto l’iter di certificazione.

Nel corso del 2008, a livello italiano, su un totale collaboratori pari a 11.350, sono sorte cause che hanno coinvolto un totale di 120 collaboratori prevalentemente relative a impugnazione di licenziamento, riconoscimento del “tempo tuta” e contratto part-time. Rispetto all’anno precedente sono diminuite del 9%.

Compensi e benefit

La politica retributiva del Gruppo si basa su un sistema di incentivazioni con cui promuovere la fidelizzazione e il riconoscimento dell’impegno e del merito dei propri collaboratori, favorendo il senso di appartenenza e attraendo risorse eccellenti dall’esterno. Il sistema viene costantemente allineato alle retribuzioni del mercato del lavoro associate alle posizioni ricoperte.

All’interno delle iniziative di sviluppo e miglioramento del sistema di Corporate GovernanceE' un sistema di regole interne che definisce la distribuzione dei diritti e delle responsabilita' tra i partecipanti (dirigenti, Amministratori, Azionisti, stakeholders) alla vita di una societa'. di Autogrill, il Consiglio di Amministrazione ha istituito il Comitato per le risorse umane che, oltre a valutare le proposte dell’Amministratore Delegato e del management sulle politiche di sviluppo strategico delle Risorse Umane, indirizza l’allineamento tra il sistema delle remunerazioni del personale e la creazione del valore. Inoltre, al Comitato risorse umane è stato attribuito il compito di formulare proposte al Consiglio di Amministrazione per la remunerazione dell’Amministratore Delegato e degli Amministratori che dovessero ricoprire particolari cariche; in linea con le raccomandazioni del Codice di Autodisciplina, è composto di Amministratori non esecutivi.

I benefit variano nelle diverse aree geografiche dove il Gruppo opera, in ragione delle norme di riferimento che comprendono o escludono alcune prestazioni e/o coperture previdenziali e assicurative (assistenza sanitaria, assicurazione per gli incidenti, maternità o paternità, disabilità). Il fondo pensione ne è un esempio, soprattutto per quanto riguarda alcuni Paesi europei dove la legislazione locale e talora anche le aziende del Gruppo promuovono questo benefit. Di volta in volta, i dipendenti possono partecipare in parti uguali con la società alla costituzione del fondo pensione, piuttosto che beneficiare di un fondo pensione addizionale in base al valore del salario lordo percepito.

Nella maggior parte dei Paesi i dipendenti si avvalgono di uno sconto sull’acquisto dei prodotti in vendita nei locali, che può variare dal 15% al 35%.

Costo del lavoro 2008

k€ Totale Gruppo
Retribuzioni 1 .183.477
Oneri sociali 190.709
TFR e simili * 29.703
Altri costi 82.508
Totale 1.486.397
2007
Retribuzioni 1 .081 .873
Oneri sociali 167.018
TFR e simili * 13.526
Altri costi 61 .151
Totale 1.323.568

I dati sono stati rettificati rispetto a quanto riportato nell'esercizio 2007 per riflettere il cambio di criterio del riconoscimento di utili e perdite attuariali su fondi a benefici definiti.

Sviluppo del Capitale Umano

Valutazione delle competenze
Negli ultimi anni l’impegno rivolto allo sviluppo delle competenze e all’attività di crescitaaggiornamento delle risorse umane si è intensificato notevolmente.

All’interno della maggior parte dei Paesi del Gruppo è presente un sistema di valutazione e sviluppo delle prestazioni, effettuato annualmente sia per il personale di sede che per quello di punto vendita; ne discendono piani di formazione ad hoc, sia specialistici sia manageriali, che accompagnano la crescita delle risorse nei diversi ruoli.

A livello italiano si è ormai consolidato il sistema di valutazione denominato Performance Management, basato sulla mappatura delle competenze (skill mapping) di tutte le figure con responsabilità - dirigenti, quadri e parte degli impiegati. Ogni singolo individuo avvia il processo di autovalutazione delle performance raggiunte nell’anno, all’interno del quale, oltre al giudizio sull’operato svolto e sui comportamenti rispetto alle competenze richieste, si deve confrontare con il proprio responsabile per definire il piano di sviluppo e formazione e gli obiettivi dell’anno successivo. Al termine di questo processo gli stipendi vengono riparametrati in base all’andamento del mercato al livello di copertura del ruolo e al raggiungimento degli obiettivi definiti l’anno precedente. La valutazione finale delle categorie sopra citate influisce anche sulla parte variabile della retribuzione.

Nel corso del 2008 è stata avviata un’attività di omogeneizzazione dei sistemi in essere a livello di Gruppo e sono stati definiti i primi piani di mobilità internazionale. Nell’ottica della continuità del business aziendale e della valorizzazione del personale, sono inoltre stati definiti piani di successione e sviluppo.

Job rotation

Autogrill valorizza il capitale umano presente all’interno del Gruppo attraverso processi di job rotation tra i diversi Paesi e direzioni del Gruppo, riconoscendo questo come un importante strumento per sviluppare le professionalità delle persone. Gran parte dei Paesi del Gruppo Autogrill fa ricorso alla job rotation, offrendo alle persone la possibilità di cambiare alcune attività legate al proprio ruolo oppure modificare più sensibilmente la propria professionalità con una variazione più decisa delle mansioni.

Da segnalare il caso della Spagna, dove nel 2008, conseguentemente ad un processo di riorganizzazione interna, sono state individuate alcune persone presenti nella Rete di Vendita che inizieranno un programma ad hoc per lo sviluppo della carriera, strutturato in tre step: formazione esterna in Management e Leadership, formazione interna riguardo politiche e procedure delle nuova posizione, un periodo di affiancamento con un senior area manager. Per Autogrill la mobilità professionale rappresenta un’opportunità per accrescere le conoscenze e capacità dei propri lavoratori, permettendo loro di mettersi in gioco in contesti nuovi, valorizzando il senso di appartenenza al Gruppo e sviluppando professionalità più ricche e più ampie. Ne sono l’esempio i continui scambi che avvengono all’interno dei Paesi Autogrill, di alcune figure professionali che hanno manifestato la loro disponibilità nel continuare il loro percorso di carriera internazionale. Solo nell’ultimo anno si sono susseguiti scambi tra Italia, Spagna, Francia e Grecia.

Selezione

Autogrill è sempre alla ricerca di figure professionali da inserire nelle proprie strutture, in particolare quelle a contatto con la clientela. La crescita interna è la via preferita dal Gruppo perché consente di dare alle persone una formazione progressiva e completa e di maturare esperienze diverse nell’ambito delle attività gestite dal Gruppo.

In Italia, il canale di ingresso principale dall’esterno, è costituito per i giovani neolaureati dagli stage: percorsi formativi professionali della durata indicativa da 6 a 12 mesi che hanno lo scopo di fornire un’esperienza efficace in una delle aree aziendali dell’organizzazione. Numerose sono anche le occasioni di incontro e confronto tra Autogrill e il mondo dei neolaureati, attraverso la partecipazione a fiere specializzate o l’organizzazione di giornate dedicate all’azienda presso le principali università.

Relativamente alla rete, per soddisfare il continuo fabbisogno di Direttori e Manager, ad integrazione della crescita dall’interno, ogni anno Autogrill Italia effettua campagne di reclutamento degli Allievi Manager, rivolta a giovani diplomati/laureati esterni, interessati ad
acquisire professionalità nel mondo della ristorazione organizzata.

Collaborazioni con Università

In America, grazie alla collaborazione con la National Association of College Employers, il Gruppo partecipa a fiere, convegni e Career Days per attirare nuove figure nei punti vendita delle divisioni locali. Da segnalare infine la partnership con il Council on International Educational Exchange - organizzazione non profit fondata nel 1974 negli Stati Uniti ed intenta a promuovere l’educazione e lo scambio internazionale degli studenti universitari - a cui HMSHost dà la possibilità di far lavorare gli studenti nei periodi di pausa universitaria. Sempre in America, la camera di commercio di Los Angeles, in riguardo ad un programma estivo per la promozione di giovani promettenti della comunità locale, il “HIRE LA’s Youth program” ha premiato HMSHost come miglior parte attiva del programma per aver assunto con contratto full-time 53 giovani su un totale di 70 assunzioni inerenti il programma.

In Europa, sono diversi gli accordi con le università e le principali scuole professionali riconosciute dall’associazione europea di settore, Horeca (Hotel, Restaurant e Café), oltre che da organizzazioni rappresentanti specifici canali di business, come la Retail Academy del British Airport Authority (BAA).

In Italia, continua la collaborazione con l’Università degli Studi di Parma per la realizzazione del Master in Store Management della Ristorazione di Marca. Le aziende partner offrono opportunità di lavoro ai partecipanti che dimostrano spiccate capacità organizzative, buone doti relazionali e interesse per il mondo della ristorazione. Sono previsti due periodi di stage che si alternano a fasi d’aula, con l’obiettivo di comprendere il ruolo di store manager. Lo staff didattico, costituito da docenti accademici, da consulenti e da manager delle aziende sostenitrici, garantisce la concretezza degli obiettivi formativi.

Sempre Autogrill Italia ha sostenuto durante il 2008 il “Master in Corporate Citizenship. Strategie integrate di responsabilità sociale” organizzato dalla Fondazione Fondaca. Tra le attività del master è stato studiato il “caso Autogrill” decidendo di inquadrare una parte delle attività di didattica operativa all’interno di un unico scenario di riferimento, definendo appunto “Autogrill come caso tracciante”. Ai partecipanti del Master, suddivisi in tre gruppi, è stato chiesto di affrontare tre temi: il diversity management, le politiche di cittadinanza d’impresa rivolte ai consumatori e l’adesione al Global Compact. Dopo una fase di analisi dell’azienda e del settore in cui opera e conseguentemente al benchmarking dei bilanci sociali delle aziende competitor di Autogrill, gli studenti hanno presentato tre project work con nuove ed interessanti soluzioni per l’organizzazione. Un’esperienza che ha arricchito sia i partecipanti del Master sia la stessa Autogrill, grazie a quella volontà di coinvolgere sempre più attivamente i suoi stakeholderSono tutti quegli individui e/o gruppi ben identificabili che hanno un interesse in comune nelle decisioni dell'organizzazione: i collaboratori, le organizzazioni sindacali, gli Azionisti, i consumatori, i fornitori, le ONG (Organizzazioni Non Governative), la Pubblica Amministrazione e le comunita' locali., al fine di comprenderne in anticipo la domanda. A partire dal 2008, Autogrill Italia partecipa annualmente alla Fiera della Diversità, giornata rivolta a promuovere l’incontro fra le aziende ed i giovani stranieri o disabili, per favorirne l’inserimento nel mondo del lavoro.

Formazione e addestramento

La competitività e la costante evoluzione del mercato in cui opera Autogrill rendono necessaria una particolare attenzione allo sviluppo delle sue persone. Con l’obiettivo di privilegiare la crescita interna, la carriera viene gestita in base a un iter di sviluppo formativo definito e strutturato, coordinato dalla Direzione Risorse Umane unitamente alle Operations per quanto riguarda i ruoli della Rete commerciale e con le singole Direzioni competenti per i ruoli in Sede.

L’importanza dell’addestramento nei punti vendita

All’interno del Gruppo i programmi di formazione e addestramento vengono aggiornati e potenziati ogni anno, sono rivolti a tutti i livelli gerarchici e strutturati in modo da soddisfare le varie aree di sviluppo tecnico e manageriale. L’addestramento erogato da Area Trainer, personale interno, ma anche dagli stessi direttori e manager dei singoli locali, assume un ruolo fondamentale all’interno di Autogrill, in quanto si ritiene che l’esperienza accumulata sul campo all’interno di ciascun punto di vendita e dal direttore responsabile rappresentino un’eccellenza che deve essere condivisa e diffusa. Una modalità di formazione che può essere calibrata in maniera tale da trasmettere le competenze specialistiche e creare un raccordo tra l’azienda e la scuola utile ai neoassunti, oltre che aggiornare il sistema delle competenze e mantenere la massima coerenza con i cambiamenti del business e del mercato per le figure professionali più esperte, gli operatori pluri-servizio e per i manager.

La formazione dei Responsabili del Servizio e degli Allievi Manager e l’aggiornamento dei Direttori, viene erogata dai 14 Area Trainer presso uno dei 16 locali scuola presenti sulla Rete

Italia, veri centri di eccellenza del sapere e dell’addestramento, mentre in America, Aldeasa, Belgio e Svizzera presso appositi centri di formazione.

Formazione esterna

Alla formazione interna erogata periodicamente, ogni Paese integra dei programmi di formazione ad hoc che vengono in parte suggeriti dagli stessi collaboratori e in parte dalla Direzione Risorse Umane, ed erogati da consulenti o enti riconosciuti a livello nazionale. Nell’ultimo caso, ogni anno la Direzione tratta temi diversi per accrescere non solo conoscenze ma anche lo spirito di squadra; ne sono esempi i corsi di economics, lingue, HACCP(Hazard Analysis and Critical Control Points) È un sistema di autocontrollo che ogni operatore nel settore della produzione di alimenti deve mettere in atto al fine di valutare e stimare pericoli e rischi e stabilire misure di controllo per prevenire l'insorgere di problemi igienici e sanitari, lungo il ciclo della propria attivita'. Mira a valutare in ogni fase della produzione i possibili rischi che possono influenzare la sicurezza degli alimenti, attuando in questo modo misure preventive, senza concentrare l'attivita' di controllo solo sul prodotto finito. Lo scopo e' quello di individuare le fasi del processo che possono rappresentare un punto critico. (Hazard Analysis Critical Control Point) e altri ancora a seconda delle specifiche esigenze e del background di ognuno.

In Spagna i dipendenti dotati di maggior potenziale vengono incentivati a partecipare al Diploma in Food & Beverage Management organizzato in collaborazione con l’Ecole Hotelière de Lausanne, un executive diploma della durata di due anni e mezzo finalizzato alla crescita delle capacità professionali e delle conoscenze tecniche dei settori di business del Gruppo. Come visto nella sezione “Donne”, l’Italia nel 2008 si è focalizzata sul coinvolgimento del personale femminile (dirigenti, quadri e impiegati primo livello). A questo si è aggiunto “Promises. Promises”, una giornata di formazione sviluppata sotto forma di gioco per favorire il lavoro di squadra. Gli obiettivi erano migliorare la comunicazione e lo scambio di informazioni, sviluppare la collaborazione interfunzionale e migliorare l’allineamento agli obiettivi comuni e potenziare l’orientamento al consumatore. Alla giornata, riproposta in più sessioni, hanno partecipato circa 250 colleghi della sede di Milano suddivisi in gruppi di cinquanta persone.

Nel 2008 Autogrill Italia ha dato inoltre il via ad “Academy”, un programma modulare di corsi destinati ai Direttori di punto vendita, volti a potenziare le principali aree di comportamento manageriale, dalla gestione dei collaboratori, alla delega, allo sviluppo delle competenze di pianificazione ed organizzazione.

In Europa, nel 2008 mediamente ogni collaboratore ha ricevuto circa 2 giorni di formazione, con un investimento complessivo pari a 7.307.346 €.

Tipologia di corsi di formazione Food & Beverage - Europa

Ore 2008 Costi 2008 Ore 2007 Costi 2007
Formazione e addestramento in-store 239.590 4.946.425 99.431 1 .346.208
Formazione tecnico-professionale 16.507 484.768 114.071 3.578.680
Formazione manageriale 19.940 881 .568 36.723 1 .742.917
Igiene, salute e sicurezza sul lavoro 29.384 604.735 35.607 642.806
Altri 11 .557 389.849 2.181 14.148
Totale 316.979 7.307.346 288.013 7.324.759

Finanziamenti per la formazione

Autogrill Italia partecipa annualmente all’assegnazione di bandi di gara promossi dal Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua nel Terziario (Fondo For. Te.), riconosciuto dal Ministero del Lavoro, per il finanziamento di specifici piani formativi aziendali. Nell’ultimo anno, il Fondo For.Te. ha coperto circa il 14% dell’investimento complessivo sostenuto dalla Società per i progetti formativi avviati nell’anno, monitorando costantemente le risorse finanziarie impegnate, le attività e il personale coinvolto. A questo si aggiunge anche la copertura dei costi sostenuti per la formazione del personale greco, interamente sostenuti dall’organizzazione OAED (Greek Manpower Employment Organization).

Salute e Sicurezza sul lavoro

Un impegno costante da parte del Gruppo

Autogrill presta un’attenzione fondamentale alla salute e alla sicurezza sul luogo di lavoro di tutti i collaboratori. Per questa ragione attua una costante ricerca delle procedure e delle tecnologie che garantiscano i più elevati standard di sicurezza agli operatori, affiancando a queste specifici programmi di formazione.

Quest’attenzione è rivolta non solo ai collaboratori interni ma anche ai consumatori finali e ai fornitori, come dichiarato nelle policy adottate da ciascun Paese: le più significative sono quella statunitense, italiana e inglese.

A livello americano esiste un manuale contenente una Policy per la Salute, Sicurezza e Risk Management che fornisce a tutti i collaboratori le informazioni necessarie da osservare per salvaguardare la loro sicurezza sul luogo di lavoro. A questo si aggiungono i “Safety Team” appositamente costituiti a livello di singolo punto vendita e composti da personale della direzione e dal personale operativo, il cui compito è di investigare, attraverso appositi audit, le cause più frequenti di incidenti registrati e di suggerire l’adozione di attrezzature, dispositivi di protezione individuale o, ancora, di apportare degli aggiornamenti alle procedure esistenti.

A livello italiano è stata definita una Politica Integrata per la Qualità e Sicurezza Alimentare, l’Ambiente e la Salute e Sicurezza sul Lavoro, la Responsabilità Sociale, dotandosi dei seguenti sistemi di gestione:

  • Qualità e Sicurezza Alimentare, secondo la norma ISO 9001:2000, ISO 22000:2005, UNI 10854:99;
  • Ambiente secondo il Regolamento (CE) n. 761/2001 del Parlamento Europeo e del Consiglio sull’adesione volontaria delle Organizzazioni a un sistema comunitario di ecogestione e audit (EMAS(EcoManagement and Audit Scheme) Regolamento (CE) n. 761/2001 del Parlamento e del Consiglio Europeo sull'adesione volontaria delle organizzazioni a un sistema comunitario di ecogestione e audit.) e secondo la norma ISO 14001:2004;
  • Salute e Sicurezza sul Lavoro, secondo il D. Lgs. 81/08 e successive modificazioni;
  • Responsabilità Sociale secondo lo standard SA8000:2008.

Inoltre Autogrill Italia, sulla base della politica definita, si impegna a informare sistematicamente gli stakeholder sui risultati ottenuti attraverso la predisposizione annuale del Rapporto di Sostenibilità.

Infine, l’Azienda ha recepito il D. Lgs. 9 aprile 2008 n.81, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, nelle proprie prassi operative e nel Modello Organizzativo ex D. Lgs. 231/2001.

All’interno di Autogrill Italia è presente un Comitato Health & Safety, che raccoglie fra gli altri i responsabili delle funzioni risorse umane, qualità e sicurezza, legale, controllo di gestione, i delegati per le funzioni logistica, vendite e canali. Tale Comitato si riunisce due volte l’anno per monitorare periodicamente l’andamento degli infortuni, la sorveglianza sanitaria e le malattie professionali, valutarne i rischi connessi, analizzarne le cause e la gravità, pianificare azioni di miglioramento per mitigare i rischi identificati che possono variare dall’adozione di nuovi dispositivi di protezione antinfortunistica a specifici corsi di formazione.

A seguito della revisione dei dispositivi di protezione individuali (DPI) realizzata nel corso del 2008, Autogrill Italia ha lanciato la campagna di comunicazione interna “lavorare in sicurezza per tutelare se stessi” per informare e formare i propri collaboratori dei possibili rischi che possono occorrere nell’esecuzione delle attività senza i DPI. Le immagini della campagna riprendono i dispositivi di protezione previsti per tutti i locali quali le scarpe antinfortunistiche, appositamente studiate per le esigenze delle mansioni svolte nei locali, per limitare gli incidenti causati da scivolamento; i guanti in maglia di acciaio per ridurre quelli da taglio, e il guanto antiscottature al fine di limitare gli incidenti causati da bruciature. Protagonisti della campagna erano alcuni degli operatori dei punti vendita.

Trend infortuniSempre in Italia nel 2008 le visite mediche effettuate sono state 3.329. L’assistenza sul territorio italiano avviene grazie all’ausilio e al coordinamento di una ventina circa di medici, che hanno svolto 1.082 prime visite, 1.456 visite periodiche e 791 visite su richiesta.

Anche World Duty Free, la nuova società acquisita, è molto attenta nel garantire ai propri collaboratori e anche ai consumatori standard elevati di salute e sicurezza sul luogo di lavoro. Nella politica di salute, sicurezza e ambiente vengono sottolineati l’impegno al miglioramento continuo su tali tematiche e la possibilità di comunicare suggerimenti all’azienda in merito ai temi di salute, sicurezza e ambiente. Inoltre World Duty Free ha ottenuto la certificazione OHSAS18001:2007, la prima “norma” riconosciuta a livello internazionale in quanto standard ufficiale in materia di salute e sicurezza sul lavoro.
Negli altri Paesi la tematica della salute e sicurezza viene gestita attraverso appositi Comitati, composti sia dai collaboratori che dal management, che si riuniscono mensilmente per monitorare costantemente la compliance con le normative in vigore, analizzare e risolvere le problematiche emerse, per esempio attraverso il rinforzo della formazione o l’inserimento di nuovi dispositivi di protezione individuale. Complessivamente a livello europeo si evidenzia una sensibile riduzione sia nel numero degli infortuni, passato da 1.167 a 991, sia nell’indice di frequenza degli stessi. Di seguito viene rappresentato solo il dettaglio infortuni del 2008 in quanto è stato modificato il sistema di riclassifica delle informazioni, non permettendo così il confronto con l’anno precedente.

Infortuni 2008

Food & Beverage - Europa*
Tagli 280
Schiacciamento 56
Scivolamenti e cadute 195
Ustioni 70
Urti e contusioni 137
Movimentazione 132
Altro 121
Totale 991

Indice infortuni

Food & Beverage - Europa 2008 2007
Indice di frequenza
(n. infortuni x 1 .000.000/ore lavorate)
39,91 45,81

Comunicazione e coinvolgimento

Negli ultimi anni alcuni Paesi come America, Italia, Francia, Belgio e Gran Bretagna realizzano una propria newsletter periodica per coinvolgere attivamente sia il personale Autogrill, sia i propri consumatori. I contenuti riguardano iniziative, progetti e attività, realizzati nei mesi precedenti dalle varie realtà. Le newsletter vengono inviate in formato elettronico ai collaboratori e messa a disposizione la versione cartacea presso i punti vendita. Da segnalare che ogni anno, World Duty Free, organizza una celebrazione durante la quale vengono premiate le persone che all’interno della società si sono maggiormente distinte per il loro sostegno rivolto alla comunità.

Nel 2008 Autogrill Italia ha lanciato un piano di iniziative finalizzate a favorire l’incontro e la comunicazione con i dipendenti sia di rete che di sede, nell’ottica di un continuo miglioramento dei livelli di coinvolgimento e motivazione delle persone. Il “Programma Ascolto” ha coinvolto un campione rappresentativo di Direttori dei locali, che hanno espresso all’azienda i loro bisogni e aspettative rispetto alla crescente complessità del contesto di business. I risultati del programma sono stati presentati in occasione del meeting annuale con i Direttori. Sono stati inoltre realizzati alcuni cicli di focus group per il personale della sede. Autogrill vuole aggiungere un ulteriore “luogo”, anche se virtuale, dove tutti i collaboratori del Gruppo potranno incontrarsi, dialogare e lavorare. È in fase di rilascio il nuovo portale interno “On the Move”, strumento che rappresenterà indubbiamente una leva fondamentale di diffusione di informazioni ma anche di collaborazione: sul portale si potrà accedere ad una gamma eterogenea di informazioni, archivi di documenti, applicazioni, processi interni e servizi, eliminando le barriere geografiche fra le aziende ma anche fra rete e sede. Autogrill ritiene che ne potrà conseguire un deciso miglioramento dell’efficienza, dell’operatività e del senso di appartenenza del singolo collaboratore al Gruppo. Il portale è stato inoltre progettato per lo sviluppo di attività collaborative ed interattive tra colleghi, una sorta di intranet finalizzata a favorire l’archiviazione e la condivisione della conoscenza nell’impresa. Oltre al portale sarà realizzata anche una newsletter elettronica interamente dedicata ai temi della sostenibilità, anch’essa estesa a tutti i collaboratori del Gruppo.